Social Spam & Marketing

By | 1 dicembre 2017

Nella NEWSLETTER N. 435 del 29 novembre 2017

http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/7221009

il Garante focalizza l’attenzione su un tipo di domande che spesso mi vengono poste durante corsi e/o convegni e cioè se ed entro che limiti sia possibili utilizzare gli indirizzi e-mail presenti sui social per finalità di marketing. Il Garante, conformemente a quanto già espresso in precedenza (cfr anche Linee guida del 4 luglio 2013  che hanno disciplinato il fenomeno del “social spam” ), ci ricorda che “Se un indirizzo email è presente su un social network non significa che possa essere utilizzato liberamente per qualsiasi scopo” e che “per inviare proposte commerciali, ad esempio, è sempre necessario il consenso dei destinatari” ; infatti è determinante la finalità per la quale il soggetto interessato ha liberamente inserito i suoi dati sui social che utilizza. Il Garante nella newsletter citata conferma che I dati reperiti sui social network e, più in generale, presenti on line, non possono essere utilizzati liberamente da chi accede al profilo presente sul social posto che la finalità  propria del contesto – ossia, nella maggioranza dei casi, la condivisione di informazioni e lo sviluppo di contatti professionali – non è compatibile con la commercializzazione di prodotti e servizi, caratteristica, invece, dell’attività di marketing.

Tale linea del Garante Italiano è conforme con quanto sostenuto anche dalle Autorità per la privacy europee, le quali hanno escluso che l’iscrizione a un servizio presente sul web  comporti la legittimità del trattamento dei dati personali da parte di altri partecipanti alla medesima piattaforma ai fini dell’invio di informazioni commerciali.

Per tanto e concludendo è essenziale ricordare che non è possibile fare attività di marketing su dati reperiti sui social vige infatti la regola per la quale «i messaggi promozionali inviati agli utenti dei social network, in linea generale, sono sottoposti alla disciplina del Codice, e, in particolare, agli artt. 3, 11, 13, 23 e 130»; (cfr. Linee guida 4 luglio 2013, punto 6.1, “Il social spam”).

Avv. Laura Marretta

Share with...Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on Facebook
Category: Legal framework Tag:, , , ,

About laura.marretta

Avv. Laura Marretta Dopo aver conseguito la Maturità Classica presso l’Istituto Marcelline di Milano e la Laurea in Giurisprudenza presso l’Univeristà Cattolica del Sacro Cuore diventa Avvocato del Foro di Milano ed è Partner dello Studio Legale Internazionale Romolotti Marretta dal 2006. Svolge la propria attività professionale con particolare riferimento ai settori della Privacy e Data Security, Tutela del Segreto Industriale, Diritto della Moda, Energy, e Sistemi di Organizzazione Aziendale (normative UNI CEI ed ISO) nonché in ambito di Certificazioni e Marcatura CE. Svolge il ruolo di Responsabile Privacy presso enti associativi di rilevanza nazionale nonché per conto di società del settore industriale e dei servizi. E’ relatrice presso corsi e convegni sul territorio nazionale, con specifico riferimento ai settori della privacy e della video security. Collabora in pubblicazioni nazionali ed internazionali (www.romolottimarretta.com/pubblicazioni.html) tra le quali numerose edizioni annuali di Doing Business edito dalla World Bank Maturità Classica at Istituto Marcelline of Milan, Graduated in Law at Univeristà Cattolica del Sacro Cuore, Attorney at Law of the Milan Bar, is a Partner of Romolotti Marretta International Law Firm since 2006. Her professional activity is focused on Privacy and Data Security, Trade Secret Protection, Fashion Law, Energy Law, Enterprise Organization (UNI CEI and ISO standards), Certification and CE mark. She is Privacy Officer in associations at national level and companies of the industrial and services areas. Speaker at seminars and conferences with specific reference to privacy and videosecurity law, she is a contributor in national and international publications, included several editions of Doing Business edited by World Bank (www.romolottimarretta.com/lang2/publications.html)

Lascia un commento